Currently browsing category

Tour 2015

Pronti per l'ultima tappa ..

Etape 1: 11.07.2015 Soleuvre (L) Strasbourg (F)

Overview_2015

L’avventura in bici della Luxembourg – Misano-Adriatico 2015 prende il via l’undici luglio alle 8:45.

I ciclisti partecipanti sono gli stessi del 2014, salvo per lo staff tecnico dove Lisa ritorna a far copia con Gina.

Comunque ecco la lista dei partecipanti :

Ciclisti per ordine di età:

– Io, Claudio, (57) abbastanza ben preparato, ha fatto molto Cross-training durante l’inverno, e vanta anche più uscite in bici dell ‘anno precedente (2’200 vs. 1’700 km). Purtroppo un infiammazione nella spalla destra hanno ridotto sensibilmente le sessioni d’allenamento a giugno e parte con l’infiammazione ancora presente. Alla vigilia della partenza riceve dal medico una puntura alla spalla per ridurre i dolori.
Obbiettivo : terminare le prime 2 tappe che considera come le più impegnative e superare i 30 kmh su 3 tappe.

– Emmanuele, (50) super allenato, molta corsa a piedi e bici sui rulli durante l’inverno e uscite appena il tempo lo permette. Esce in bici anche quando la meteo è brutta.
Obbiettivo : Rivalizzare con i giovani, eliminarli uno ad uno nelle due salite (Foresta Nera e Passo Spluga) ed arrivare 1° in cima. Per aumentare le sue chance, punta su materiale di prima scelta… parte con una bici nuova montata con il nuovo sistema Shimano Dura-Ace di cambio elettronico, scarpe con suola in carbonio, etc.. (Le gambe invece sono le stesse dell’anno passato, solo ancora un po più vecchie…)

– Luca, (29) anch’egli super allenato. Consigliato da un corridore affermato, ha intensificato ancora la propria preparazione; non c’è stato giorno in cui non si sia allenato, la maggior parte del tempo con 2 sessioni quotidiane, spesso perfino 3.. Corsa a piedi, esercizi muscolari, bici sui rulli durante l’inverno, dieta sportiva…
Obbiettivo : Finalmente bruciare tutti sulle due salite chiave! (Ha evitato di effettuare uscite di allenamento con gli altri – Marco per primis – per non mostrare il suo vero stato di forma..

– Marco (26) il King degli ultimi anni, si è preparato discretamente. Si allena seriamente e gioca a calcio durante l’inverno ed inizia la sua preparazione ciclistica solo a maggio dopo la chiusura del campionato.
Obbiettivo : Essere sempre il migliore su tutti i profili, arrivare 1° in cima alle 2 salite e mai nella vita dare la soddisfazione a Luca di trovarsi 1 giorna davanti a lui.. Dato che “quello lì” è già insopportabile quando perde, figuriamoci se un giorno Luca dovesse essergli davanti su una salita.. Rendendosi conto dei progressi importanti realizzati da Luca, il dubbio lo ha portato ad investire 4’000 Euro per una bici nuova in carbonio.

– Fabio (22), poco allenato. Ha fatto alcune uscite in bici verso Pasqua a Lussemburgo ed un po’ di corsa a piedi e bici a maggio a Milano .. (comunque è già meglio dell’anno scorso).
Obbiettivo : non abbandonare, non mollare, migliorare strada facendo durante il Tour. Divisa quotidiana fino a Misano: « Wake up, Survive, Go back to sleep! »

– Alessandro (20), ottima preparazione fisico-sportiva ma non specifica per la bici. Non ha cumulato molte uscite in bici Obbiettivo : in primis battere lo zio; poi eventualmente anche risultare da guasta-festa per i suoi due fratelli.

In sintesi, per le tappe di montagna (sopratutto quella del Passo della Spluga), ci sono 4 pretendenti, ma solo uno arriverà primo!

Accompagnatori :

– Novello, papà di Emmanuele. È il nostro direttore sportivo, colui che pensa a tutto per il perfetto svolgimento della tappa del giorno ; Briefing delle tappe a colazione, distribuzione delle lattine, del itinarario giornaliero. Obbiettivo : essere omnipresente sul percorso, pronto ad aiutare chi ne ha bisogno.

– Gina. Si occupa degli alberghi (Check-in, check-out), riservare ristoranti per la cena, la pausa pranzo, l’amministrazione e le finanze. Accessoriamente fa la fotografa.

– Lisa (17). Aiutare Gina, detentore della farmacia, responsabile della video (camera-woman), comunicazione con la famiglia a casa, distribuzione materiale utile per la tappa.

– Tayna (20). Special guest. La fidanzata brasiliana di Fabio che è venuta trascorrere le ferie con noi e sostenere il suo eroe..

LA TAPPA…

La tappa è stata molto impegnativa perché oltre alla lunghezza (213 km) ed il profilo con tante piccole (e meno piccole) salite fino al km 160, ha fatto anche molto caldo toccando i 37° durante la ore pomeridiane.

Non abbiamo avuto problemi meccanici.
La pausa pranzo era un picnic di un ora a Puttelange-aux-Lacs (al km 114).
Fabio ha incontrato problemi nelle salite a partire dal km 75, anche per via del caldo e della mancata nutrizione durante lo sforzo (ha bevuto molto e mangiato poco..), ed abbiamo dovuto abbassare sensibilmente la cadenza.
Claudio a sentito dolori alla spalla negli ultimi 30 km del mattino e del pomeriggio. Grazie al ritmo poco elevato, ha potuto fare lunghi tratti con una mano sola sul manubrio.
I 213 km sono stati percorsi ad una media oraria di 27 kmh. In tutto abbiamo cumulato 1833 mt di dislivello positivo (salita)

… fotos will follow…